>

Sidney (Australia) la menzogna delle lampade che provocano il cancro alla pelle

La noti­zia la bat­te l’ANSA, oggi. Gli austra­lia­ni l’a­ve­va­no già mena­ta tem­po fa. Oggi tor­na­no alla cari­ca. In sin­te­si un mani­po­lo di col­ti scien­zia­ti dice che far­si una lam­pa­da UVA anche solo ogni tan­to favo­ri­sce enor­me­men­te l’in­sor­ge­re di tumo­ri del­la pelle.

I dati su cui si basa­no: in Australia secon­do loro c’è un aumen­to di 281 nuo­vi casi su 41 milio­ni di abi­tan­ti all’anno.

Presto sve­la­ta la bal­la colossale.

L’incidenza del mela­no­ma, in Italia ad esem­pio, dove è più bas­sa per il foto­ti­po degli abi­tan­ti, è di cir­ca 10 casi ogni 100.000 abi­tan­ti. Bene, fat­te le dovu­te pro­por­zio­ni, l’in­ci­den­za “nor­ma­le” su 41 milio­ni di abi­tan­ti è di 4.100 casi all’an­no. L’incremento osser­va­to a livel­lo dei pae­si indu­stria­liz­za­ti è del 7% cir­ca. Su 4.100 casi fa 287.

Essendo il foto­ti­po Australiano di ori­gi­ne cel­ti­ca, e quin­di di car­na­gio­ne chia­ra, sareb­be natu­ra­le aspet­tar­si un’in­ci­den­za mag­gio­re, che infat­ti c’è ed è di 40 casi ogni 100.000 abi­tan­ti (con­tro i 10 degli altri paesi).

Rifacendo il con­to di cui sopra, si dovreb­be arri­va­re ad un trend pro­por­zio­na­le a quel­lo dei pae­si indu­stria­liz­za­ti di 1.148 casi in più ogni anno, mol­to al di sopra di quan­to det­to nell’articolo.

Quindi del­le due l’u­na: o chi ha scrit­to l’ar­ti­co­lo non sa quel­lo che dice, oppu­re gli austra­lia­ni par­la­no per dare aria ai denti.

Condividi

Comments are closed.