Stare nel Cuore: cosa significa…

Pote­te ascoltare/scaricare il pod­ca­st qui sot­to oppu­re iscri­ver­vi al cana­le Telegram: 

Sta­re nel Cuo­re, ave­re Cuo­re, agi­re di Cuo­re: mol­te vol­te sen­tia­mo que­sta espres­sio­ne quan­do si par­la di Ricer­ca Inte­rio­re, Medi­ta­zio­ne etc. etc. Ma cosa signi­fi­ca­no esat­ta­men­te que­ste espressioni?

Come già scris­si in pas­sa­to, occor­re innan­zi­tut­to toglier­ci dal­la visio­ne super­fi­cia­le di que­sti tem­pi e com­pren­de­re che il Cuo­re in que­stio­ne non è quel­lo che si inten­de comu­ne­men­te ma un nucleo, una strut­tu­ra che va sviluppata.

Quan­do si ini­zia ad evol­ver­si, sia­mo fram­men­ta­ti, con miglia­ia di “IO” che se ne van­no di qui e di là, come gal­li­ne in un pol­la­io quan­do entra la vol­pe. I nostri pen­sie­ri mec­ca­ni­ci che si dan­no un cam­bio furio­so nel­la nostra men­te sono una del­le con­se­guen­ze di que­sta fram­men­ta­zio­ne, per intenderci.

Quan­do ci si spo­sta in avan­ti lun­go un sen­tie­ro evo­lu­ti­vo, con le oppor­tu­ne pra­ti­che, que­ste miglia­ia di “IO” ini­zia­no a ridur­si, a col­las­sa­re gli uni negli altri. E’ il pro­ces­so di for­ma­zio­ne di quel­lo che Gur­d­jieff chia­ma­va “il mag­gior­do­mo inte­ri­na­le”, ovve­ro quel­l’IO uni­co che, in assen­za comun­que del “padro­ne di casa” (cioè del­l’Es­se­re vero e pro­prio), comun­que crea ordi­ne nel­la per­so­na­li­tà e la pre­pa­ra all’ar­ri­vo appun­to del fan­to­ma­ti­co Esse­re di cui tan­to si par­la (e pur­trop­po, di cui ci si limi­ta a par­la­re inve­ce che realizzarlo).

Quel­lo che acca­de dopo è, per la stra­gran­de mag­gio­ran­za degli esse­ri uma­ni, al di là del­la com­pren­sio­ne. Dicia­mo che si strut­tu­ra un Nucleo all’in­ter­no del­la per­so­na, in cui l’Es­se­re comin­cia a far­si sen­ti­re; que­sto nucleo non ha, come si può com­pren­de­re una loca­liz­za­zio­ne fisi­ca cor­po­ra­le. Tut­ta­via è pos­si­bi­le, par­ten­do da que­sto nucleo, ese­gui­re del­le vere azio­ni gui­da­te dal­la volontà.

Que­sto nucleo è il cuo­re di qua­lun­que esse­re uma­no. Un po’ come se dices­si­mo “nel cuo­re del­l’a­zio­ne” o “nel cuo­re del­la notte”.

Quin­di un pri­mo signi­fi­ca­to del­le espres­sio­ni di cui stia­mo par­lan­do è quel­lo di ave­re una con­sa­pe­vo­lez­za uni­ta, che dimo­ra all’in­ter­no di que­sto Cuore.

Vi è poi un’e­vo­lu­zio­ne, non sem­pli­ce da met­te­re in atto, per cui tale Cuo­re va a coin­ci­de­re con dimen­sio­ni inte­rio­ri spe­ci­fi­che. Per “dimen­sio­ne inte­rio­re” si inten­de una par­te defi­ni­ta e pre­ci­sa del­l’in­te­rio­re (atten­zio­ne: non del­l’e­mo­ti­vo, del­l’in­con­scio o di qua­lun­que par­te del­la per­so­na­li­tà! Per “inte­rio­re” si inten­de tut­to ciò che attie­ne all’es­se­re uma­no a par­ti­re dal­l’Es­se­re in dire­zio­ne del­la Coscienza).

Orbe­ne, quan­do lo svi­lup­po lo con­sen­te, è pos­si­bi­le fare in modo di entra­re in pre­ci­se dimen­sio­ni, alcu­ne del­le qua­li han­no una stret­ta atti­nen­za con i cosid­det­ti Cha­kra i qua­li , a loro vol­ta, sono tra le altre cose in cor­ri­spon­den­za con i rispet­ti­vi pia­ni esi­sten­zia­li. Nel­la fat­ti­spe­cie quin­di il quar­to Cha­kra (il cha­kra del Cuo­re) ha una cor­ri­spon­den­za con il pia­no causale.

Que­sto non deve por­ta­re a con­clu­sio­ni affret­ta­te: ogni cha­kra è in cor­ri­spon­den­za con mol­ti pia­ni, anche se tale cor­ri­spon­den­za è all’i­ni­zio pura­men­te poten­zia­le. Con il pro­ce­de­re del­l’E­vo­lu­zio­ne, i vari Cha­kra evol­vo­no a loro vol­ta, apren­do l’ac­ces­so coscien­zia­le ai vari pia­ni in essi contenuti.

Come vede­te quin­di stia­mo par­lan­do di strut­tu­re la cui com­ples­si­tà è estre­ma­men­te ele­va­ta e del­le qua­li è estre­ma­men­te com­pli­ca­to par­la­re. Inci­den­tal­men­te que­sto è il moti­vo per cui quan­do sen­to qual­cu­no pro­por­re “l’a­per­tu­ra” o la “puri­fi­ca­zio­ne” di que­sto o di quel Cha­kra mi vie­ne da ride­re: per­chè è evi­den­te che chi ne par­la non ha la mini­ma idea di quel­lo che va dicen­do. Una vol­ta mi ci incaz­za­vo e pure parec­chio ma oggi che sono, se non più sag­gio, quan­to meno più vec­chio (anche se non obso­le­to, come dice­va Ter­mi­na­tor), ten­do a far­ci dav­ve­ro quat­tro risate.

Ma tor­nia­mo a noi: quan­do si dice “sta­re nel cuo­re” abbia­mo quin­di due signi­fi­ca­ti. Uno in otta­va bas­sa, che signi­fi­ca come abbia­mo visto: “Por­re la con­sa­pe­vo­lez­za nel pro­prio nucleo inter­no” e un altro, in otta­va alta, che signi­fi­ca “por­re la pro­pria con­sa­pe­vo­lez­za all’in­ter­no del cha­kra del Cuore”.

Ora, già l’ot­ta­va bas­sa è dif­fi­ci­le da rag­giun­ge­re. Rag­giun­ge­re quel­la alta è note­vol­men­te più com­pli­ca­to ed impli­ca… indo­vi­na­te un po’? Esat­to: un sac­co di lavo­ro su di sé ed un note­vo­le livel­lo coscienziale.

Tut­ta­via già impa­ra­re a sta­re nel Cuo­re nel sen­so del­l’ot­ta­va bas­sa di cui sopra, impli­ca parec­chio: ad esem­pio aver svi­lup­pa­to un’au­ten­ti­ca indi­vi­dua­li­tà, una coe­ren­za con il pro­prio Esse­re. Come dice­va Bat­tia­to, aver rag­giun­to un “cen­tro di gra­vi­tà per­ma­nen­te che non ci fac­cia cam­bia­re idea sul­le cose, sul­la gente…”.

Come vede­te una cosa è cer­ta: sia in otta­va bas­sa che alta, esse­re nel cuo­re o esse­re per­so­ne di cuo­re, non ha nul­la a che vede­re con il signi­fi­ca­to emo­ti­vo di esse­re per­so­ne gene­ro­se, buo­ne o compassionevoli.

C’è comun­que da dire che, quan­do si entra nel Cuo­re, la com­pas­sio­ne non può che rive­lar­si, così come la gene­ro­si­tà. Il pro­ble­ma è che que­ste due qua­li­tà si svi­lup­pa­no anche per carat­te­re, per ere­di­tà, per con­di­zio­na­men­ti o per formazione.

Ecco per­chè è così faci­le con­fon­der­si: viste da fuo­ri sono iden­ti­che, che pro­ven­ga­no da una que­stio­ne emo­ti­va o carat­te­ria­le o da una auten­ti­ca cen­tra­tu­ra nel Quar­to (Cha­kra).

La dif­fe­ren­za, sem­pre dal pun­to di vista ester­no, si mani­fe­sta nel­l’a­zio­ne che, quan­do par­te dal Cuo­re nel sen­so vero del ter­mi­ne, rag­giun­ge livel­li di effi­ca­cia sostan­zial­men­te sovru­ma­ni o, quan­to meno, incre­di­bil­men­te elevati.

Per ora mi fer­mo, coscien­te di quan­to sia com­ples­so l’argomento.

Ricor­da­te­vi sem­pre di esse­re eccezionali!

Ci si vede in giro!

Con­di­vi­di
I commenti sono sempre bene accetti. Tuttavia sappiate che preferisco moderarli manualmente, quindi il vostro non comparirà subito ma solo dopo che lo avrò autorizzato. Tranquilli, di solito succede in breve tempo!

Il nome è obbligatorio, ma ovviamente può essere qualunque nickname...
Se vedi il tuo nome già inserito nel campo è perchè il tuo browser lo ha memorizzato. Non questo sito.

Il campo mail non è obbligatorio. Tuttavia se non inserisci una mail valida, non potrai richiedere i tuoi dati oppure richiederne la cancellazione se un domani lo volessi.
Se vedi la tua email nel campo è perchè il tuo browser l'ha memorizzata, non questo sito!

Trattamento dati

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Tix

Gra­zie