Ricerca interiore e diversificazione degli interessi

Pote­te ascoltare/scaricare il pod­ca­st qui sot­to oppu­re iscri­ver­vi al cana­le Telegram: 

Ci sono diver­se sfu­ma­tu­re nel segui­re un inte­res­se o un altro. Se ascol­ta­te uno psi­co­lo­go, un socio­lo­go o un qua­lun­que altro “olo­go” vi sen­ti­re­te dire che è bene ave­re degli inte­res­si e seguirli.

Dal pun­to di vista del­la Ricer­ca Inte­rio­re, teo­ri­ca­men­te vale lo stes­so ma quel­lo che con­ta è la traen­za inte­rio­re che gene­ra que­sti inte­res­si. Per un Ricer­ca­to­re, l’u­ni­co inte­res­se da per­se­gui­re è quel­lo del­la Veri­tà, il che non ha nul­la a che vede­re con il chia­ri­re cosa ci sia die­tro alle vicen­de mon­da­ne, anche se occa­sio­nal­men­te può esser­ci una sovrapposizione.

La vicen­da mon­da­na è qual­co­sa da osser­va­re e basta. Quel­lo che acca­de nel mon­do è inte­res­san­te solo per quan­to con­cer­ne gli effet­ti che può ave­re su di sé e quin­di rive­la­re aspet­ti sco­no­sciu­ti del­la pro­pria personalità.

Ma per­si­no la per­so­na­li­tà si limi­ta ad esse­re ogget­to di stu­dio fun­zio­na­le al “sem­pli­ce” com­pi­to di toglie­re ciò che non è vero dal­l’e­qua­zio­ne “IO = SONO”.

Diver­si­fi­ca­re i pro­pri inte­res­si mate­ria­li è cosa oltre­mo­do sen­sa­ta, fin­tan­to che sono fun­zio­na­li alla ricer­ca di sé e del­la Veri­tà. Quin­di quan­do vede­te qual­cu­no che si inte­res­sa di que­sta e quel­la mate­ria, se non è un Ricer­ca­to­re, sie­te di fron­te ad una per­so­na più o meno curio­sa, che accu­mu­la espe­rien­za in diver­si cam­pi del­la vita, per aumen­ta­re il pro­prio patri­mo­nio cogni­ti­vo uma­no (il che, ovvia­men­te, non è asso­lu­ta­men­te un male, anzi… ce ne fos­se­ro di più di per­so­ne così). Qual­co­sa che ha comun­que un valo­re evo­lu­ti­vo anche se marginale.

Se inve­ce vi tro­va­te di fron­te ad un Ricer­ca­to­re, sare­te alla pre­sen­za di qual­cu­no che desi­de­ra accu­mu­la­re espe­rien­za in diver­si cam­pi del­la vita per aumen­ta­re il pro­prio patri­mo­nio inte­rio­re ogget­ti­vo, a sco­po di cre­sci­ta inte­rio­re. Qual­co­sa che ha un valo­re ESSENZIALMENTE evolutivo.

Se non è chia­ra la dif­fe­ren­za, pos­so dir­vi tran­quil­la­men­te che è mol­to pro­fon­da, pur appa­ren­do all’os­ser­va­to­re ester­no esat­ta­men­te uguale.

Per chia­ri­re il con­cet­to, è come anda­re al risto­ran­te e man­gia­re solo piat­ti che non si cono­sco­no, a pre­scin­de­re da cosa sia­no, per spe­ri­men­ta­re nuo­vi gusti, e anda­re al risto­ran­te ordi­nan­do piat­ti che non si cono­sco­no con la con­sa­pe­vo­lez­za di cosa con­ten­ga­no e a cosa ser­va­no per il nostro cor­po, per tro­va­re il cibo a noi più adatto.

Ripe­to: maga­ri ci fos­se­ro più per­so­ne che rivol­go­no la pro­pria atten­zio­ne a cam­pi dif­fe­ren­ti per pura curio­si­tà e voglia di sco­pri­re, ma mi vie­ne anche da dire: maga­ri ci fos­se­ro più per­so­ne che lo fan­no per desi­de­rio di Cono­scen­za e cre­sci­ta inte­rio­re, non solo intellettuale.

Tut­to quan­to sopra, ovvia­men­te, nel miglio­re dei casi, per­chè la stra­gran­de mag­gio­ran­za del­le per­so­ne si dedi­ca a tan­ti inte­res­si sem­pli­ce­men­te per sfug­gi­re a sé stes­sa, o per­chè que­sta è la moda. Ad esem­pio, nel caso di mol­ti ragaz­zi ed ado­le­scen­ti, le atti­vi­tà extra­sco­la­sti­che sono così tan­te da non lascia­re tem­po per l’o­zio, la pau­sa, il silen­zio etc. etc.

E in ulti­mo abbia­mo un aspet­to pato­lo­gi­co del­la nostra socie­tà che ritie­ne il non fare nul­la un obbro­brio quan­do, sot­to il cor­ret­to pun­to di vista, il non fare nul­la coin­ci­de con quel­l’e­pi­co “sta­to natu­ra­le” di cui par­la­va Tilo­pa ne Il Gran­de Sigil­lo, appun­to da un’ot­ta­va sostan­zial­men­te irrag­giun­gi­bi­le, pro­va­re per cre­de­re… vi ripor­to il pas­so in questione:

“Smet­ti di fare qua­lun­que movi­men­to fisi­co e rima­ni tran­quil­lo nel­lo sta­to naturale.
Non hai nul­la da dire, i suo­ni sono vuo­ti come l’eco.
Non hai nul­la a cui pen­sa­re, con­tem­pla ciò che tra­scen­de la mente.”

Ripe­to: pro­va­te se ci riu­sci­te… non è così sem­pli­ce; se sie­te in gra­do di osser­va­re cor­ret­ta­men­te le vostre azio­ni o non-azio­ni sco­pri­re­te quan­to sia fuo­ri por­ta­ta per l’es­se­re uma­no comu­ne, quel bene­det­to “sta­to naturale” !

Chi vi dice che la natu­ra abor­ri­sce il vuo­to, in par­te dice qual­co­sa di sen­sa­to ma solo visto da un’ot­ta­va pre­ci­sa al di sopra del­la qua­le si sco­pre che quel vuo­to è esat­ta­men­te la natu­ra… del­la natu­ra stessa.
Mol­to spes­so il nostro occu­par­ci di tut­to e di più, oltre a quan­to det­to sopra, è l’e­stre­mo ten­ta­ti­vo di riem­pi­re quel vuo­to che, in modo con­fu­so o addi­rit­tu­ra incon­scio, avver­tia­mo nel­la nostra vita sem­pre più mate­ria­le e super­fi­cia­le e, per que­sto, da un pun­to di vista squi­si­ta­men­te evo­lu­ti­vo, sostan­zial­men­te poco utile.

In ulti­ma ana­li­si, la Ricer­ca Inte­rio­re lavo­ra su tan­tis­si­mi cam­pi di inte­res­se ma, alla fine, su uno solo: la Verità.

Ricor­da­te­vi di esse­re eccezionali!

Ci si vede in giro!

Con­di­vi­di
I commenti sono sempre bene accetti. Tuttavia sappiate che preferisco moderarli manualmente, quindi il vostro non comparirà subito ma solo dopo che lo avrò autorizzato. Tranquilli, di solito succede in breve tempo!

Il nome è obbligatorio, ma ovviamente può essere qualunque nickname...
Se vedi il tuo nome già inserito nel campo è perchè il tuo browser lo ha memorizzato. Non questo sito.

Il campo mail non è obbligatorio. Tuttavia se non inserisci una mail valida, non potrai richiedere i tuoi dati oppure richiederne la cancellazione se un domani lo volessi.
Se vedi la tua email nel campo è perchè il tuo browser l'ha memorizzata, non questo sito!

Trattamento dati

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments