>

Chi è Vittorio Marchi?

E’ un ricer­ca­to­re. Un uomo che si è fat­to veni­re dei dub­bi e di con­se­guen­za si è posto del­le doman­de. Dopo di che è anda­to a cer­ca­re le risposte.

Vittorio Marchi nasce nel 1938, è un inse­gnan­te di fisi­ca che ha cono­sciu­to ad un cer­to pun­to del­la sua vita un uomo, un ami­co di Enrico Fermi che non vuo­le esse­re nominato.

Il Prof. Marchi non rive­la ne l’i­den­ti­tà ne la natu­ra di que­st’uo­mo, ma l’in­con­tro segna la svol­ta del­la sua vita. Da quel momen­to il Prof. Marchi ini­zia ad espor­re e a par­la­re di veri­tà, di tec­no­lo­gia inte­rio­re, di mon­di sottili.

Sono mesi che mi guar­do i fil­ma­ti del­le con­fe­ren­ze di Vittorio Marchi e li tro­vo dav­ve­ro par­ti­co­la­ri; per la qua­li­tà di que­st’uo­mo ma soprat­tut­to per la qua­li­tà e la luci­di­tà del­le sue paro­le e del modo di esporle.

Personalmente riten­go val­ga vera­men­te la pena di ascol­tar­lo. Intanto vi pas­so uno dei tan­ti fil­ma­ti pre­sen­ti su YouTube.

Condividi

45 Comments

  1. Luna ha detto:

    E’ un pia­ce­re ascol­ta­re que­sto signo­re: voce cal­ma, paro­le sem­pli­ci che spie­ga­no con­cet­ti impor­tan­tis­si­mi, e soprat­tut­to lo sguar­do vivo e brillante.
    Al con­fron­to tan­ti rela­to­ri che ho sen­ti­to sem­bra­no coper­ti da una pel­li­co­la opa­ca… non so se ren­do l’idea.
    :bye:

  2. Donatilla ha detto:

    Grazie Franz, lo fac­cio circolare.…

  3. Andrea ha detto:

    Anchi’io pen­so sia una per­so­na che ha mol­to da dare, anche al mon­do scientifico.
    Ho let­to alcu­ni suoi libri e visio­na­to i video del­le sue conferenze.
    Ho avu­to anche l’o­no­re di assi­te­re ad una di que­ste e devo dire che anche dal vivo si può per­ce­pi­re la bel­la qua­li­tà che lo accom­pa­gna e dà spes­so­re e sostan­za ai con­te­nu­ti inte­res­san­tis­si­mi che porta.
    Nel sot­to­bo­sco di que­sta fore­sta incan­ta­ta in cui vivia­mo, qual­co­sa si sta svegliando…gli spi­ri­ti del bosco ini­zia­no a risvegliarsi.… 😈

  4. White Knight ha detto:

    Fa sem­pre pia­ce­re ren­der­si con­to che al mon­do esi­sto­no anche indi­vi­dui dal­lo spi­ri­to “one­sto e sin­ce­ro” dota­ti di Buon Cuore, Buon Senso e a quan­to pare Buona Volontà…
    Solo mi chie­do, quan­ti saran­no dispo­sti ad apri­re la pro­pria Coscienza ed il pro­prio Cuore agli inse­gna­men­ti di que­sto “UOMO” Mite e Saggio!?
    Speriamo abba­stan­za… :war­rior:

  5. Fred ha detto:

    Il pro­fes­sor Marchi accom­pa­gna la pro­pria cono­scen­za con una gran­de dose di sem­pli­ci­tà e umil­tà. Ancora una vol­ta è il caso di affer­ma­re che Scienza e Sapere non sono mera acqua fresca?
    Saluti
    https://mail.google.com/mail/?ui=2&ik=9410763b38&view=gvatt&th=12bd47c31732b56a&attid=0.1&disp=attd&mime=application/msword&zw

  6. Francesco Sanseverino ha detto:

    Lo cono­sco da diver­si anni, su mia pre­ghie­ra ha par­te­ci­pa­to al mio matri­mo­nio, nono­stan­te aves­se impe­gni subi­to pri­ma e subi­to dopo. Non ci sono paro­le per descri­ve­re la por­ta­ta del­le sue qua­li­tà mora­li e spi­ri­tua­li, la sua sola pre­sen­za sin­to­niz­za chi gli sta intor­no su un pia­no più ele­va­to di pen­sie­ro e di esi­sten­za, al di la’ del tem­po e del­lo spa­zio, par­lo per espe­rien­za per­so­na­le diretta.
    La sua per­so­na agi­sce come un magne­te e il suo esse­re è un tutt’UNO con ciò che lo circonda.

    • Roberto ha detto:

      Francesco, sai se effet­ti­va­men­te il Prof. Marchi è tor­na­to all’Uno?
      Leggo qua e là che caden­do dal bal­co­ne sia morto.
      Grazie

      Roberto

  7. Francesco Sanseverino ha detto:

    Lui che par­la e chi lo ascol­ta sono un solo organismo

  8. Il sensitivo ha detto:

    Ho ascol­ta­to un pò di discor­si del “Prof” Marchi su you­tu­be è non sono riu­sci­to a rica­var­ne alcun con­cet­to pre­ci­so di sen­so com­piu­to. Intanto il rife­ri­men­to all’in­con­tro con l’a­mi­co di Enrico Fermi, che cosa signi­fi­ca? Non si capi­sce qua­le rile­van­za abbia, pro­ba­bil­men­te ser­ve solo ad aumen­ta­re la cre­di­bi­li­tà citan­do un nome famoso.
    I suoi discor­si sono estre­ma­men­te gene­ri­ci e vaghi e si basa­no su quat­tro nozio­ni pre­se in pre­sti­to e appic­ci­ca­te a spro­po­si­to sen­za un sen­so pre­ci­so. Comprendo il fat­to che discu­te­re in modo così appros­si­ma­ti­vo di cer­ti temi sia adat­to ad un pub­bli­co igno­ran­te che nul­la sa e nul­la sa di non sape­re, però fran­ca­men­te la pre­sun­zio­ne con la qua­le vie­ne pre­sen­ta­to come uno che è in pos­ses­so di “Verità” sen­sa­zio­na­li, mi pare una cosa ridicola.
    La cosa anco­ra più ridi­co­la è che que­sti per­so­nag­gi ven­go­no accre­di­ta­ti come per­so­ne di gran­de umil­tà che han­no la capa­ci­tà di por­si doman­de che inve­ce i pre­sun­ti scien­zia­ti pre­sun­tua­si non si pongono.
    Qualunque scien­zia­to degno di que­sto nome, nel­la sua atti­vi­tà di ricer­ca, si pone dei dub­bi e cer­ca di com­pren­de­re un pez­zet­ti­no in più di tut­ta la mera­vi­glia che lo cir­con­da, però, a dif­fe­ren­za dei sedi­cen­ti “depo­si­ta­ri del­la Verità” com­pie que­sta atti­vi­tà in modo rigo­ro­so accom­pa­gnan­do alle paro­le anche del­le dimo­stra­zio­ni precise.
    Invece, in Marchi io vedo solo una serie di paro­le che evo­ca­no ma non signi­fi­ca­no. Per que­sta ragio­ne pos­so­no ave­re suc­ces­so con le per­so­ne che non san­no nul­la ed han­no la pre­sun­zio­ne di voler com­pren­de­re quel­lo che è fuo­ri dal­la loro portata.

    • franz ha detto:

      Eccheppalle!
      Signori… ecco a voi un TROLL!

      • Il sensitivo ha detto:

        Quindi secon­do te chi espri­me una cri­ti­ca o dis­sen­te rispet­to ad una deter­mi­na­ta cosa, è un troll? Ho ascol­ta­to atten­ta­men­te i discor­si del pre­sun­to pro­fes­so­re, (che cri­ti­ca il mon­do acca­de­mi­co fre­gian­do­si però del tito­lo) ed ha la straor­di­na­ria capa­ci­tà di par­la­re per mol­to tem­po sen­za dire asso­lu­ta­men­te nul­la. Discorsi vaghi e gene­ri­ci oltre che poco ori­gi­na­li, nei qua­li, facen­do leva sul­l’i­gno­ran­za del­le per­so­ne, si paven­ta­no “rive­la­zio­ni” ecce­zio­na­li che però ven­ga­no solo annunciate.
        Immagino come sareb­be il vostro mon­do fat­to di libe­ra infor­ma­zio­ne dove chiun­que vi con­te­sta vie­ne acri­ti­ca­men­te con­si­de­ra­to un troll.
        Se sei per­ve­nu­to a del­le “Verità” comu­ni­ca­me­le, sono tut­to orecchie.

        • pask ha detto:

          for­se la veri­tà, come sem­pre, sta nel mezzo !
          sicu­ra­men­te il prof. Marchi (del qua­le sto ten­tan­do inva­no di cono­sce­re la docen­za e pres­so qua­le isti­tu­to) dice del­le cose che sono in asso­nan­za con la nuo­va “fisi­ca quan­ti­sti­ca” (v. il film “Bleep”), ed è ovvio che divul­ga­re ad un pub­bli­co “gene­ra­li­sta” non per­met­te di esse­re trop­po “tec­ni­ci”.
          E’ altret­tan­to vero, però, che sareb­be uti­le anche un con­fron­to-dibat­ti­to con qual­cu­no degli “orto­dos­si” (maga­ri più incli­ne ad un con­fron­to aper­to); que­sto potreb­be cer­ta­men­te rie­qui­li­bra­re le posi­zio­ni e per­met­te­re di far­si una pro­pria opi­nio­ne più completa.

          • Pippo ha detto:

            Marchi usa l’u­ni­co lin­guag­gio di cui è capa­ce. Quello del­l’i­gno­ran­za. Gli scien­zia­ti ordi­na­ria­men­te si “scan­na­no” tra di loro. Esiste un con­fron­to costan­te ed anche mol­to acce­so. Erroneamente la “comu­ni­tà scien­ti­fi­ca” vie­ne dipin­ta come mono­li­ti­ca e chiu­sa alle novi­tà. In real­tà, sep­pu­re occor­ra fare i con­ti con gli inter­tes­si eco­no­mi­ci, esi­sto­no un miliar­do di teo­rie in “lot­ta” tra di loro. Marchi nean­che può pen­sa­re di con­fron­tar­si con il mon­do scien­ti­fi­co, si trat­ta sem­pli­ce­men­te di un fur­bac­chio­ne che ha tro­va­to un modo per fare sol­di appro­fit­tan­do del­la tota­le igno­ran­za del­le per­so­ne in fat­to di fisi­ca. Marchi al mas­si­mo si può con­fron­ta­re con Paolo Fox.

            • franz ha detto:

              Caro Pippo (te la ricor­di la canzoncina?).
              Fino a che i com­men­ti resta­no sul­l’e­qui­li­bra­to mi van­no bene tut­ti. Quando giun­go­no alla man­can­za di rispet­to allo­ra non mi sta bene.
              Tu in un solo col­po sei riu­sci­to a man­ca­re del natu­ra­le rispet­to ver­so due per­so­ne nel­lo stes­so com­men­to: Paolo Fox e Vittorio Marchi, pro­ba­bil­men­te con­tan­do sul fat­to che nes­su­no dei due leg­ge que­sto blog e dun­que può rispon­der­ti per le rime.
              Molto faci­le, vero?
              Ritengo che ci sia modo e modo di espri­me­re il pro­prio pare­re, e il tuo non mi pia­ce per nulla.

              • Pippo ha detto:

                E’ sin­go­la­re che tu riten­ga che io abbia offe­so Paolo Fox e Vittorio Marchi sem­pli­ce­men­te acco­stan­do­ne le qua­li­tà. 🙂 Chi dei due può rite­ner­si offe­so se para­go­na­to all’al­tro? 😀 Entrambi sono sem­pli­ce­men­te due per­so­ne luci­de che sono riu­sci­te a tro­va­re il modo di sbar­ca­re il luna­rio appro­fit­tan­do del­la cre­du­lo­ne­ria di quel­le per­so­ne che non han­no sapu­to o potu­to svi­lup­pa­re un ade­gua­to sen­so cri­ti­co. Le caz­za­te han­no un appeal mol­to più for­te rispet­to alle cose serie ed impe­gna­ti­ve. Marchi con i suoi rac­con­ti­ni super­fi­cia­li è l’i­dea­le per tut­ti quel­li che non han­no gli stru­men­ti anche solo per apri­re un libro di Fisica. Condivide con Fox la stes­sa piat­ta­for­ma d’a­scol­to, con una aggra­van­te però: i segua­ci di Marchi han­no la vel­lei­tà mal ripo­sta di sen­tir­si in pos­ses­so di “veri­tà” sen­sa­zio­na­li che pochi pos­so­no capi­re. 🙂 Complimenti ad entram­bi, io sti­mo mol­to le per­so­ne che, sen­za esa­ge­ra­re e leci­ta­men­te, rie­sco­no a spil­la­re un pò di gra­no ai minus habens. 🙂 Saluti

    • Luisa Benigno ha detto:

      Il pro­ble­ma è che anche ciò che hai det­to è fuo­ri dal­la por­ta­ta degli astan­ti del Marchi. Condivido completamente.

  9. Six ha detto:

    Mi rife­ri­sco ai due per­so­nag­gi che han­no espres­so il loro pare­re su Vittorio Marchi in modo al quan­to gof­fo e chia­ra­men­te poco rispettoso.
    E’ sem­pre così quan­do qual­cu­no si “azzar­da” a met­te­re in dub­bio teo­rie acqui­si­te e spes­so como­de da trop­po fasti­dio e si cer­ca di ridicolizzarlo.
    Il Prof. Marchi Vittorio, per chi vera­men­te vuo­le inten­de­re, ha un’ idea mol­to chia­ra del tut­to, e rie­sce a ren­de­re que­sta idea mol­to condivisibile.

    Volevo chie­de­re a Pippo e a il “sen­si­ti­vo” ma voi sie­te due fisi­ci, inse­gna­te fisi­ca da qual­che par­te? Vi inte­res­sa­te di Fisica quantistica?
    Se lo sie­te( ne dubi­to for­te­men­te visto l’ assur­do scet­ti­ci­smo che non dovreb­be appar­te­ne­re a dei veri ricer­ca­to­ri o scienziati)provate anche voi a scri­ve­re libri con un sen­so compiuto(quali quel­li di Marchi sono) oppu­re pro­va­te a rela­zio­nar­vi con il mon­do scen­ti­fi­co come egli fà… inve­ce di giu­di­ca­re su un blog in modo così cie­co e pri­vo di ogni rispetto.
    Aprite la men­te e cer­ca­te inve­ce stra­de diver­se da quel­le che ogni gior­no ci ven­go­no pro­pi­na­te… sen­za giu­di­ca­re il pros­si­mo ma impa­ra­te inve­ce a rispet­tar­lo. Certo nes­su­no ha la veri­tà in tasca, ma met­te­re una zavor­ra su ogni veri­tà che ten­ta di emer­ge­re di cer­to non aiu­ta a capi­re di più e a sco­pri­re nuo­ve realtà/verità.

    Il Prof. Marchi non rin­ne­ga la Fisica che è sta­ta, anzi, ma da quel­la par­te per spie­ga­re nuo­ve conoscenze.
    Non si met­te sopra le par­ti e non con­si­de­ra i suoi col­le­ghi meno di lui.. cer­ca solo di por­ta­re alla luce quel­lo che for­se per como­do non vie­ne anco­ra posto all’ atten­zio­ne del­la gente.
    Ascoltate bene le sue paro­le e poi par­la­te. Aprire boc­ca solo per dar­gli fia­to è incre­di­bil­men­te infantile.

    Saluti
    Six

    • jan janez ha detto:

      Marchi scri­ve cose inte­res­san­ti ma in un modo alquan­to fumo­so e quin­di rischia di dare l’im­pres­sio­ne di esse­re appun­to un Vendifumo, anche se non cre­do che lo sia

  10. andrea ha detto:

    Mi per­met­to di intro­met­ter­mi nel­la discussione..sono sta­to incre­di­bil­men­te attrat­to sia dal­la per­so­na che dai con­te­nu­ti espo­sti da Vittorio Marchi ma di soli­to l’ap­pel­la­ti­vo “prof“si uti­liz­za per i pro­fes­so­ri uni­ver­si­ta­ri e non mi risul­ta che lui lo sia o lo sia sta­to (ricer­ca­to­re pro­ba­bil­men­te si, a quel che ho letto)..mi ren­do con­to che for­se per uno “scet­ti­co” pos­sa risul­ta­re un tan­ti­no pre­sun­tuo­so l’ac­cen­to del­le sue paro­le ma in con­cre­to, alme­no per il momen­to e pur non essen­do un fisi­co, non sono riu­sci­to a tro­va­re nes­sun tipo di con­trad­di­zio­ne nei con­cet­ti che espri­me, ovvia­men­te per quel­le che sono le mie cono­scen­ze (e direi abba­stan­za ele­va­te in generale)…è pos­si­bi­le secon­do voi riu­sci­re ad ave­re l’op­por­tu­ni­tà di incon­tra­re di per­so­na il Dott. Marchi?…grazie a tutti

  11. Maurizio ha detto:

    Marchi è sta­to il mio prof di fisi­ca all’Itis Antonio Meucci di Roma alla fine degli anni 80.Allora ci rac­con­to che si occu­pa­va oltre che di Fisica anche di occul­ti­smo e spi­ri­ti­smo, all’e­po­ca mi sem­bra­ro­no cose mol­to lon­ta­ne e in con­trad­di­zio­ne l’u­na dal­l’al­tra, pero’ si capi­va imme­dia­ta­men­te che era una per­so­na estre­ma­men­te seria e genuina.

  12. YASH ha detto:

    Carissimo prof. con­di­vi­do pie­na­men­te i tuoi stu­di riguar­da il cam­bia­men­to del magne­ti­smo ter­re­ste e non solo… Mi fa una cer­ta “impres­sio­ne” inve­ce quan­do dichia­ri con tan­ta paci­fi­ca­zio­ne che la ter­ra cam­bie­rà sen­so di rota­zio­ne ( mol­to sicu­ro, evi­den­te­men­te) e nul­la suc­ce­de­rà. Ci ren­dia­mo con­to del­l’i­ner­zia degli ocea­ni..?! La NOAA ha già dato l’al­lar­me del gior­no X.
    Buona vita, Ylli Jasa

  13. luca ha detto:

    solo una doman­da? chi è l’ enri­co fer­mi che vie­ne sem­pre acco­sta­to al nome di mar­chi e che tut­ti scam­bia­no per il famo­so fisi­co? quan­do fer­mi (il fisi­co) è mor­to a chi­ca­go mar­chi sarà sta­to poco più che un bam­bi­no.. saluti

    • franz ha detto:

      Si leg­ge testua­le nel­l’ar­ti­co­lo “…un ami­co di Enrico Fermi”. Nessuno cre­do affer­mi che ha cono­sciu­to Fermi, se non, appun­to, da bam­bi­no forse.

  14. luca ha detto:

    lo so franz che ha cono­sciu­to un ami­co di un enri­co fer­mi, ma nn un ami­co del fisi­co, in quan­to dubi­to che ci fos­se­ro ami­ci di enri­co fer­mi anco­ra vivi negli anni 50 ( infat­ti altri arti­co­li dico­no che mar­chi ha fat­to que­sto incon­tro negli anni 50 alla nor­ma­le di pisa). quin­di nn ha sen­so but­ta­re li un nome di uno sco­no­sciu­to.. lo vole­vo sape­re così, per amor di pre­ci­sio­ne, per quan­to i con­te­nu­ti non mi dispiac­cia­no affat­to.. se lo sco­pri fam­mi sapere.

  15. luca ha detto:

    più che “anco­ra vivi” ‚vole­vo dire ami­ci di enri­co fer­mi che stu­dia­va­no all’u­ni­ver­si­tà negli anni 50, a meno che nn fos­se­ro un pò fuo­ri corso 🙂

    • franz ha detto:

      Da quel­lo che ho potu­to capi­re, si trat­ta di un inge­gne­re del­la nor­ma­le di Pisa, auto­re di un libro che ha spin­to Marchi nel­la dire­zio­ne del­la ricer­ca che man­tie­ne tut­to­ra. In effet­ti di più non si rie­sce… sul­l’ar­go­men­to lo stes­so Marchi in un’in­ter­vi­sta affer­ma di non voler dire di più per­chè quel­la per­so­na non desi­de­ra­va si sapes­se il suo nome. Mi sa che ci tocc­ca accon­ten­tar­ci. Alla fine, comun­que, alme­no per me, il nome di que­sta per­so­na non ha la mini­ma impor­tan­za. Quello che mi inte­res­sa è la luci­di­tà, con cui il Prof. Marchi espo­ne i suoi con­te­nu­ti (e che con­te­nu­ti!). Una buo­na giornata!

  16. Condivido in pie­no quan­to det­to da Matteo Fonsetti

  17. daniele serio ha detto:

    Non sono un esper­to di fisi­ca e quant…altro, ma mi sem­bra di per­ce­pi­re un acca­ni­men­to infan­ti­le nel­l’o­sten­ta­re le vostre limi­ta­te cono­scen­za di fisi­ca, come se la scien­za fos­se ad un pun­to tale di cono­scen­za da poter­si per­met­te­re di arro­gar­si il dirit­to di una pre­sun­ta tale verità !?
    Marchi non par­la solo di fisi­ca e meta­fi­si­ca ma ripor­ta con estre­ma luci­di­tà e pro­fon­da con­sa­pe­vo­lez­za una dimen­sio­ne che non si può com­pren­de­re con l’ap­proc­cio del­la ragio­ne ma richie­de un sal­to di qua­li­tà per com­bi­na­re gue­st’ul­ti­ma con la par­te emo­ti­va che apre una fine­stra nuo­va sul­la con­sa­pe­vo­lez­za del­la ragio­ne COSCIENZA. Parlare di Marchi sen­za tener con­to dei suoi espli­ci­ti rife­ri­men­ti alla con­ce­zio­ne non dua­li­sti­ca, allo­ra si che signi­fi­ca par­la­re di fumo. Per un approc­cio diver­so alle paro­le di Marchi, pro­va­te a leg­ge­re : The open secret di Tony Parsons oppu­re Il sor­ri­so segre­to del’es­se­re dii Mauro Bergonzii.…e buo­na consapevolezza !,

    • Francesco Franz Amato ha detto:

      Oh! Finalmente un com­men­to equi­li­bra­to… Grazie Daniele

  18. Peppino ha detto:

    Mi sono inte­res­sa­to alla fisi­ca quan­ti­sti­ca da pochis­si­mi anni, ed essen­do un tec­ni­co elet­tro­ni­co pen­so di ave­re avu­to meno pro­ble­mi di altri nel com­pren­de­re i con­cet­ti basi­la­ri ‚e le sco­per­te del­l’in­fi­ni­ta­men­te piccolo.…ma lun­gi da me affer­ma­re di cono­sce­re bene la fisica.Sul web deci­ne di teo­rie sono sta­te acco­sta­te alle sco­per­te scen­ti­fi­che del­la fisi­ca e nume­ro­si sono i cial­tro­ni e le “set­te” come la New Age,ma sono in gra­do di accor­ger­mi chi com­pie un ten­ta­ti­vo di ana­li­si del­la F.Q.con serie­ta’ buo­na cultura,buona fede e buo­na dialettica,e capacita’ .
    narrativa,il Prf. Marchi e’ tra questi

  19. Germana Accorsi ha detto:

    In que­sti gior­ni mi sono rilet­ta i pri­mi due libri di Marchi, ” L’Uno det­to Dio” e ” La scien­za dell’Uno” e gli ho tro­va­to sem­pre vali­di e con­di­vi­si­bi­li come con­cet­ti, anche se scrit­ti con un ita­lia­no con­tor­to e deci­sa­men­te poco scor­re­vo­le; ma “Mirjel, il Meraviglioso Uno” li bat­te come dif­fi­col­tà, non di con­cet­ti, ma di espres­sio­ne. Possibile che non ci sia sta­to alcun edi­tor in gra­do di far­glie­lo nota­re e “aggiu­sta­re”?! è un pec­ca­to per­ché sono mol­te le nozio­ni inte­res­san­ti che può far arri­va­re anche al gros­so pub­bli­co. Comunque non si sen­te par­la­re di lui da qual­che anno e non sono più usci­ti altri libri, ha una cer­ta età ( un anno più di me) spe­ria­mo bene…

    • Francesco Franz Amato ha detto:

      Gentile Germana, gra­zie del pas­sag­gio e del com­men­to, capi­sco le sue con­si­de­ra­zio­ni con cui in par­te con­cor­do. Neppure io ho più sen­ti­to par­la­re del Prof. Marchi e, come lei, spe­ro in bene per­chè l’ho sem­pre tro­va­to una bel­la persona.

      • Silvia ha detto:

        Vittorio Marchi ci ha lascia­ti 3 mesi fa…L ho appre­zo da poco!!

        • Franz ha detto:

          Ecco… que­sto mi spia­ce vera­men­te! Grazie del­la pur tri­ste noti­zia e del pas­sag­gio, Silvia.

          • Cice ha detto:

            Scusate, ma come mai secon­do Voi sul web non si rie­sce a tro­va­re alcun det­ta­glio in meri­to alla noti­zia del pre­sun­to deces­so del prof. Vittorio Marchi? Per me è una gran­de per­so­na, e se qual­cu­no ne ha facol­tà, vor­rei ave­re qual­che det­ta­glio in meri­to. Grazie a tut­ti. Cice.

            • Franz ha detto:

              Onestamente ne ho tro­va­to trac­cia su un solo sito. In tut­to il resto del web non ce n’è trac­cia… mah!

              • Cice ha detto:

                Grazie Franz, pro­ve­rò a fare altre ricer­che e se avrò noti­zie vi farò sapere.

  20. Tomas ha detto:

    Da poco tem­po mi sono imbat­tu­to in un discor­so del prof Marchi su YouTube, non mi è chia­ra una cosa su di lui, cioè se cre­de in un creatore..

    • Francesco Franz Amato ha detto:

      Non ne ho idea… ma cre­do che sia una cosa ininfluente…

      • Pasquale ha detto:

        Il prof.Marchi non cre­de in un crea­to­re sepa­ra­to dal crea­to per­ché se Tutto è Uno il crea­to e il crea­to­re sono la stes­sa cosa.
        Lui però non cre­de nean­che nel­la crea­zio­ne e in un suo video ha pre­ci­sa­to che quan­do nel­la Bibbia si par­la di Creazione in real­tà è da inten­der­si come Apparizione.
        La crea­zio­ne non può che avve­ni­re nel tem­po (che non esiste)mentre tut­to è sem­pre esi­sti­to e noi ne pos­sia­mo solo pren­de­re coscien­za e far apparire.
        La pri­ma Bibbia è sta­ta scrit­ta in ara­mai­co e la pri­ma tra­du­zio­ne è sta­ta fat­ta in gre­co e le suc­ces­si­ve tra­du­zio­ni deri­va­no tut­te dal­la ver­sio­ne gre­ca e non quel­la aramaica.
        Quindi se la pri­ma tra­du­zio­ne è sta­ta fat­ta male di con­se­guen­za tut­te le tra­du­zio­ni suc­ces­si­ve risul­te­ran­no affet­te dal­l’er­ro­re originario.
        Tutti sap­pia­mo del­la ten­den­za dei gre­ci anti­chi a dare un vol­to uma­no non­ché sen­ti­men­ti uma­ni ai pro­pri dei e que­sto vizio si è tra­man­da­to fino ad oggi

  21. Ho appe­na acqui­sta­to “la gran­de equa­zio­ne” ed ho sco­per­to che non ha anco­ra una tra­du­zio­ne in fran­ce­se. Stasera mi met­to a leg­ger­lo. Ho sco­per­to la vera spi­ri­tua­li­tà da poco e ho mol­to sete di sapere.

  22. Antonio Negro ha detto:

    Provate a leg­ge­re il libro “DIO E LA SCIENZA” un pre­zio­so dono ai “cer­ca­to­ri di Dio”. Un pro­fon­do e chia­ro con­fron­to sui gran­di temi del­l’e­si­sten­za, del­la vita, dell’Universo, del­la fisi­ca quan­ti­sti­ca e su quan­to ci cir­con­da, tra il gran­de filo­so­fo cri­stia­no Jean Guitton e due auto­re­vo­li scien­zia­ti rus­si. Buon cammino.

  23. Silvana Di Paola ha detto:

    …Ho avu­to la for­tu­na ose­rei dire “spi­ri­tua­le” di cono­sce­re Vittorio Marchi insie­me ad altri “teo­so­fi” nel­la sede dove si ten­go­no le nostre riunioni…ma solo per poche vol­te per­ché poi gli fu proibito…ricattandolo sul­la “fami­glia” da un cer­to “tipo di pote­re” impe­ran­te da secoli…lo accom­pa­gna­va­mo allo­ra nel­le varie sedi del­la pro­vin­cia di Roma dove veni­va invi­ta­to e richiesto…poi più nulla…e dopo abbia­mo saputo…da qual­cu­no che con mali­gni­tà “par­la­va di suicidio”…ma noi non l’ab­bia­mo mai cre­du­to da “subi­to” ed infat­ti pur­trop­po si par­la anzi si scrive…di “mor­te indot­ta” per­ché per­so­na sco­mo­da ad un “cer­to tipo di potere”…e non è sta­to il pri­mo e non sarà l’ultimo…“Faber suae qui­sque fortunae”…GRAZIE VITTORIO…SEMPER…!!!

  24. Silvana Di Paola ha detto:

    …Mi piac­cio­no le “osser­va­zio­ni” di Franz Amato…che sono al di sopra del­le par­ti… e le con­di­vi­do anche se per­so­nal­men­te sto da “quel­la parte”…grazie…!!!